Crea sito

Villa Carlia

Nel 1676, Antonio De Carli avviò il progetto per la costruzione di una villa su un altura confinante con la bellissima Villa Serbelloni “La quiete”. La villa prese il nome di “Carlia” a ricordo del suo progettista.
Successivamente la nipote Sofia De Carli Barbò, si sposò con il Conte Albertoni al quale gli portò in dote la residenza di Bolvedro (frazione di Tremezzo). Così appartenne la Famiglia Albertoni, conti di Val di Scalve, fino ad anni recenti. Durante il Settecento e Ottocento subì numerose modifiche, ma ciò nonostante ne conserva un’architettura dalle linee pulite. Gli ultimi proprietari furono i Conti Albertoni – Pirelli.
Nel 1988 la villa però venne frazionata e trasformata in appartamenti residenziali.

In 1676, Antonio De Carli began a project to build a villa on a hill bordering the beautiful Villa Serbelloni “The quiet”. The villa was named “Carlia” in memory of its designer.
Subsequently the niece Sofia De Carli Barbò, she married Count Albertoni which brought him a dowry of residence Bolvedro (fraction of Tremezzo). So the family belonged Albertoni, accounts of Scalve, until recent years. During the eighteenth and nineteenth centuries it underwent numerous changes, but nonetheless retains architecture with clean lines. The last owners were the Counts Albertoni – Pirelli.
In 1988 the villa, however, was split and converted into residential apartments.

20150528_204432

La storia di Villa Carlia
Tagged on: