Crea sito

Villa Margherita - frontoneVilla Margherita fu costruita nel 1853 su commissione dell’editore Giulio Ricordi.
Facilmente identificabile per la scritta Margherita sul frontone, l’orologio con due sculture (probabilmente raffigurazioni allegoriche della Musica e della Poesia) e per la grande sala ad emiciclo, un tempo dedicata a piccoli concerti. Il giardino, in leggera discesa verso il lago, è in parte visibile dalla strada, ed oggi come nell’Ottocento, ospita piante rare, azalee, rododendri e rose.
In questo luogo Giuseppe Verdi, spesso ospite dell’amico editore, ha composto parte delle arie della Traviata.
La memorialistica dell’epoca racconta di “serate divine” quando della villa si poteva cogliere il magico incontro tra le armonie dell’arte umana e le musiche di Verdi che suonava la sua spinetta di fronte al lago.

Villa Margherita was built in 1853 on commission by the publisher Giulio Ricordi.
Easily identifiable by the inscription Margherita on the pediment, the clock with two sculptures (probably allegorical representations of Music and Poetry) and the great hemicycle hall, once dedicated to small concerts. The garden, slightly downhill towards the lake, is partially visible from the street and, like in the nineteenth century, hosts rare plants, azaleas, rhododendrons and roses.
In this place Giuseppe Verdi, often a guest of Ricordi, composed some pieces of the Traviata.
The memoirs of the time tells of “divine evenings” when from the villa you could catch the magical encounter between the harmonies of human art and music by Verdi playing his spinet in front of the lake.

Villa Margherita | Griante #lakecomoville

Traviata – Giuseppe Verdi

Webwww.lombardiabeniculturali.it

La villa che ispirò Giuseppe Verdi
Tagged on: