Crea sito

hayez_romeo_giulietta
Francesco Hayez (1791-1882)
L’ultimo Bacio dato a Giulietta da Romeo
olio su tela, 1823

Dipinto tra i più celebri dell’Ottocento romantico, rappresenta in una straordinaria ricostruzione ambientale l’addio degli sfortunati amanti. Il dipinto, ispirato ad uno dei grandi miti letterari, la celebre tragedia shakesperiana dei due giovani e sfortunati amanti veronesi, venne eseguito su commissione di Giovan Battista Sommariva nel 1823. La scena è ambientata nella casa di Giulietta, ancora avvolta nel buio della notte, con la giovane, di spalle, che si protende per un ultimo bacio verso Romeo, ormai sul balcone inondato dalla rosea luce dell’alba. Sorregge la composizione un interessante impianto compositivo e una vigorosa resa cromatica, ispirata alla grande tradizione veneta.

Giulietta: È giorno, invece, è giorno! Ahimè, fa’ presto! | Va’! È l’allodola quella che canta, ora, con quel suo verso fuori tono, sforzandolo con aspre dissonanze. Dicono che l’allodola sa modulare in dolci variazioni le note del suo canto; questa no, perché in luogo di dividere le note in armonia, divide noi. L’allodola, dicono pure, ha scambiato i suoi occhi, col ripugnante rospo. Che si siano scambiate anche le voci? Perché questa, che va destando il giorno, ci strappa trepidanti dalle braccia l’uno dell’altro, e mi ti porta via. Vattene, va’, si fa sempre più chiaro.
Romeo: Sempre più chiaro in cielo, sempre più buio dentro i nostri cuori…
Giulietta: E tu, balcone, lascia entrare il giorno, e uscire la mia vita.
Romeo: Addio! Addio! Ancora un ultimo bacio, e poi scendo.
(William Shakespeare, Romeo e Giulietta, 1595)

Painting of the most famous nineteenth century romantic, represents an extraordinary environmental reconstruction farewell of star-crossed lovers. Inspired by the famous Shakespearean tragedy, this painting was commissioned by Sommariva in 1823. The scene – in the house of Juliet, the young woman is embracing Romeo for a last kiss in the pink light of dawn – is characterised by an interesting structure and the chromatic expression inspired by the ancient Venetian tradition of coloration.

Juliet: It’s day, however, is the day! Alas, does’ soon! | Go ‘! It is the lark that sings, now, with his outward tone, sforzandolo with harsh dissonances. They say the lark knows modular variations in sweet notes of his song; this not, because instead of dividing the notes in harmony, divides us. The lark, they say well, he exchanged his eyes, his loathsome toad. Who have exchanged the voices? Why is this, that goes arousing the day, it tears trembling in the arms of each other, and it takes you away. Go away, go ‘, is becoming clearer.
Romeo: More and more light in the sky, darkening within our hearts …
Juliet: And you, balcony, lets in the day, and out of my life.
Romeo: Goodbye! Goodbye! Just one more kiss, and then go down.
(William Shakespeare, Romeo and Juliet, 1595)

hayez_romeo_giulietta


Web: Villa Carlotta

L’ultimo bacio a Villa Carlotta
Tagged on: