Crea sito

Villa Cipressi è un complesso di edifici e giardini ricchi di storia, costruiti principalmente dal 1400 al 1800.
Fra i primi proprietari vi fu la nobile famiglia Serponti, marchesi di Mirasole (come testimonia uno stemma dipinto su una tavoletta del soffitto ligneo di una sala quattrocentesca) trasmigrati dall’Isola Comacina nel 1169.
Alla morte dell’ultimo Serponti (1802) il complesso fu rilevato dal barone Carlo Innocenzo Isimbardi, direttore della Zecca di Milano, che ne ampliò l’edifico.
Nel 1864 la villa divenne di proprietà della famiglia Andreossi che la ristrutturò in stile tardo neoclassico, conferendole l’aspetto attuale. Funzionò anche come albergo e fra gli ospiti, nel 1938, ebbe l’Imperatore d’Austria, Ferdinando I e la sua famiglia; poi dell’inglese Sir Sulton; per ultimo, dell’editore Accame.
Nel 1980 stava per essere ceduta d un’immobiliare straniera, ma venne acquistata da un gruppo di volontari di Varenna (Varennesi ed Amici di Varenna) ed è gestita da un’associazione privata di volontari che si adopera, in particolar modo, affinché si affianchi alle prestigiose manifestazioni internazionali e corsi di alta cultura che si susseguono nella adiacente Villa Monastero. Fra gli ospiti si annoverano alte personalità, quali i Nobel Rubbia, Bardeen, Alfven, Cooper, Schrieffer ed altri illustri scienziati e docenti delle più importanti Università italiane e straniere.
Attualmente la villa è gestita come Hotel.

Villa Cipressi is a group of buildings and gardens rich of history, built mainly from 1400 to 1800.
Among the first owners there was the noble family Serponti, Marquis of Mirasole (as evidenced by a coat of arms painted on a tablet of the wooden ceiling of a room fifteenth) transmigrated from the island Comacina in 1169.
At the death of the last Serponti (1802), the complex was detected by Baron Carlo Innocenzo Isimbardi, director of the Mint of Milan, who extended the building.
In 1864 the villa became the property of the family Andreossi that restructured in late neoclassical style, giving it its current appearance. It worked well as a hotel and among the guests, in 1938, was the Emperor of Austria, Ferdinand I and his family; then Sir Sulton of English; last, publisher Accame.
In 1980 he was about to be sold to a foreign real estate, but was bought by a group of volunteers from Varenna (Varenna and Friends of Varenna) and is run by a private association of volunteers who will seek, in particular, that will parallel the prestigious international events and courses of higher learning that are held in the adjacent Villa Monastero. Among the guests include eminent personalities such as Nobel Rubbia, Bardeen, Alfven, Cooper, Schrieffer and other illustrious scientists and teachers of the most important Italian and foreign universities.
Today the villa is managed as a Hotel.


Webhttp://www.hotelvillacipressi.it/

La storia di Villa Cipressi
Tagged on: