Crea sito

Chi non conosce la leggenda del Mostro di Loch Ness? E’ una leggenda che si tramanda da secoli con presunti avvistamenti e migliaia di turisti incuriositi.
Tuttavia anche noi italiani abbiamo il nostro mostro del Lago. Sicuramente meno famoso, ma nel Lago di Como si dice che vive il Lariosauro.
La leggenda del mostro del Lario nacque infatti nell’immediato dopoguerra, quando nel 1946 il «Corriere Comasco» scrisse di un misterioso ed enorme animale apparso nelle acque del Pian di Spagna. Da allora le apparizioni si susseguirono, nel 1954 ad esempio dei pescatori avvistarono uno strano animale che nuotava nelle acque di fronte ad Argegno, lungo un’ottantina di centimetri e con il muso e la parte posteriore del corpo arrotondata e le zampe palmate. L’episodio più eclatante solo tre anni dopo, nel 1957, quando ad agosto tra Dongo e Musso venne avvistato un enorme mostro la cui presenza venne confermata, il mese successivo, da alcuni biologi che si immersero nel lago con una batisfera e videro uno strano animale con la testa allungata come quella di un coccodrillo.
Dopo cinquant’anni il mostro tornò a far parlare di sé nel 2003, sul ramo lecchese quando alcuni pescatori dissero di essersi imbattuti in un enorme animale lungo oltre dieci metri dalle forme affusolate, come quelle di un’anguilla. Già da tempo qualcuno aveva pensato a qualche discendente, misteriosamente sopravvissuto, del Lariosaurus Balsami, il primo rettile fossile rinvenuto in Italia a metà 800, lungo tra i 50 e i 110 centimetri.
Un mostro bonario, ghiotto di pesci che pescava nelle profondità del Lario, oltre 200 milioni di anni fa.
Il fossile più lungo di Lariosaurus è custodito nel museo di Monaco di Baviera ed è lungo 90 centimetri.
Oggi sul Lario del mostro dimenticato sono rimaste poche tracce fossili e qualche leggenda popolare, anche quella sempre più sbiadita.

Ma “Lerry”, così è stato soprannominato il mostro, può apparire della l’acque da un momento all’altro!

 

Who does not know the legend of the Loch Ness Monster? It is a legend that has been handed down for centuries with alleged sightings and thousands of curious tourists.
However we Italians have our monster of Lake. Certainly less famous, but in the Lake Como is said to live the Lariosauro.
The legend of the monster of the lake in fact was born after the war, when in 1946 the “Corriere Comasco” wrote a mysterious and huge animal appeared in the waters of Pian di Spagna. Since then the apparitions were followed, in 1954, for example, fishermen spotted a strange animal that was swimming in the waters in front of Argegno, eighty centimeters long and with the nose and the back of the body rounded and webbed feet. The most striking episode only three years later, in 1957, when in August between Dongo and Musso was spotted a huge monster whose presence was confirmed, the following month, by some biologists that plunged into the lake with a bathysphere and saw a strange animal with elongated head like that of a crocodile.
After fifty years the monster returned to be talked about in 2003, on the Lecco branch when some fishermen said that he came across a huge animal along more than ten meters from the tapered shapes, like those of an eel. For some time someone had thought about some descendant, mysteriously survived, the Lariosaurus balms, the first reptile fossil unearthed in Italy in mid-800, along between 50 and 110 cm.
A monster natured, fond of fish that was fishing in the depths of the lake, over 200 million years ago.
The fossil longer Lariosaurus is kept in the museum of Monaco of Bavaria and is 90 cm long.
Today on the Lake Monster forgotten few traces remain fossils and some popular legend, even that more and more faded.

But “Lerry”, so it was dubbed the monster, can appear in the water at any moment!


Webhttp://www.ilgiorno.it/

Il mostro del Lago di Como, il Lariosauro
Tagged on: