Crea sito

Giuditta Pasta - Villa RoccabrunaSul terreno su cui ora sorge Villa Roccabruna (Casta Diva Resort), sorgeva una bellissima dimora chiamata Villa La Roda, voluta dalla cantante lirica Giuditta Pasta. Anche Villa La Roda fu edificata su di una villa pre esistente che Giuditta tra il 1827 e 1829 fece ristrutturare dalla zio architetto Filippo Ferranti.
Una storia racconta che la cantante era solita affacciarsi alle finestre della Roda a cantare; mentre dall’altra parte del lago, a Moltrasio, il noto compositore Vincenzo Bellini, l’ascoltava incantato dalla sua voce. Si dice che proprio per lei stesse scrivendo La sonnambula e Norma.
Villa La Roda fu demolita nel 1904 appunto per far spazio a Villa Roccabruna. Di essa ci rimangono poche testimonianze storiche, ma la sua atmosfera magica si continuerà a sentire finché la storia di Giuditta Pasta e Bellini verrà tramandata.

The land on which stands Villa Roccabruna, stood a beautiful mansion called Villa Roda, wanted by the opera singer Giuditta Pasta. Even Villa Roda stood on an existing villa that Giuditta between 1827 and 1829 had it renovated by the architect uncle Filippo Ferranti.
One story says that the singer she used to look out the windows of the Roda to sing; while on the other side of the lake, in Moltrasio, the famous composer Vincenzo Bellini, listened enchanted by her voice. It is said that she was writing for La Sonnambula and Norma.
Villa Roda was demolished in 1904 to make way for precisely Villa Roccabruna. It there are few historical records, but its magical atmosphere you will continue to hear until the story of Giuditta Pasta and Bellini will be handed down.

Villa La Roda in Blevio, now destroyed.

L’atmosfera incantevole di Villa Roccabruna
Tagged on: